mercoledì 3 dicembre 2014

I Diritti Negati

I Diritti Negati, il 10 dicembre il mondo dell’associazionismo sardo organizza un incontro pubblico su salute mentale, carceri e ospedali psichiatrici giudiziari alle ore 16.00 a Cagliari alla Mediateca del Mediterraneo, via Mameli 164. L’incontro inserito all’interno della campagna di sensibilizzazione del “Mese dei Diritti Umani” è organizzato dall’Associazione dei familiari ASARP, associazione sarda per l’attuazione della riforma psichiatrica in collaborazione con la Fondazione Franca e Franco Basaglia, il comitato Stop OPG e tutte le organizzazioni che hanno aderito alla terza edizione del Mese dei Diritti Umani
.
La Sardegna per i diritti umani. Il 10 dicembre è la giornata mondiale dei Diritti Umani che si celebra in tutto il mondo per ricordare la proclamazione della Dichiarazione universale dei diritti umani da parte dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, il 10 dicembre 1948. In Sardegna questa giornata sarà dedicata al confronto sulle buone e cattive pratiche nella salute mentale, e sui diritti dei cittadini privati della libertà personale nelle carceri, negli ospedali psichiatrici giudiziari e in qualunque luogo di sofferenza e negazione dei diritti di cittadinanza.
I lavori saranno aperti dai saluti dell’Assessore Regionale alla Salute Luigi Arru e dall’introduzione di Gisella Trincas, presidente dell’Associazione Sarda Attuazione Riforma Psichiatrica. verrà presentato il Manifesto dei Diritti Umani a cura di Andrea Pubusa, docente di diritto amministrativo dell’Università di Cagliari e gli interventi saranno intervallati dalle letture di testi e poesie a cura di Alice Deledda. Le relazioni di apertura verranno svolte da Pierpaolo Pani, Commissione Regionale Salute Mentale; Maria Cristina Ornano, Giudice Tribunale di Cagliari sezione G.i.p.-G.u.p; Franco Corleone, Coordinatore Nazionale Garanti dei Detenuti; Maria Grazia Giannichedda, Fondazione Basaglia, Comitato Nazionale Stop Opg e Daniele Piccione, Costituzionalista.
Il programma completo dei lavori:
Ore 16.00 apertura dei lavori, saluti dell’Assessore Regionale alla Salute Luigi Arru
Introduce e coordina Gisella Trincas, Associazione Sarda Attuazione Riforma Psichiatrica
Ore 16.15 Presentazione del Manifesto dei Diritti Umani a cura di Andrea Pubusadocente di diritto amministrativo dell’Università di Cagliari
Letture di Alice Deledda
Ore 16.30 Relazioni di apertura di:
Pierpaolo Pani, Commissione Regionale Salute Mentale
Maria Cristina Ornano, Giudice Tribunale di Cagliari sezione G.i.p.-G.u.p
Franco Corleone, Coordinatore Nazionale Garanti dei Detenuti
Maria Grazia Giannichedda, Fondazione Basaglia, Comitato Nazionale Stop Opg
Daniele Piccione, Costituzionalista
Ore 18.30 Intervengono:
Jessica Mostallino, vicesindaco di Assemini; Ettore Cannavera, Fondatore Comunità “La Collina”; Giampaolo Pintor, Responsabile servizio di psichiatria forense ASL 8 Cagliari, Augusto Contu, Responsabile DSM Cagliari, Giovanna Lai, Direttrice Caritas Regionale settore carcere; Amadeus Ehrhardt Responsabile CSM Olbia, Antonello Murgia, Comitato sardo Stop Opg; Daniela Caria, Familiare di persona detenuta.
Organizzazione dell’evento a cura della cooperativa sociale
“Il Giardino di Clara” – Studio Editoriale Typos
Segreteria organizzativa
Roberto Loddo 3207721343
Giorgia Caredda 3405358642
ass.asarp@tiscali.it

1 commento:

Paolo Morelli ha detto...

Vorrei segnalarvi questo blog molto interessante riguardante i diritti dei cittadini.

https://dirittideicittadini.wordpress.com

Don Ettore Cannavera, riflessioni da "La Collina"

L'Associazione 5 Novembre, ha intervistato Don Ettore Cannavera, fondatore della comunità di accoglienza "La Collina", rivolta a giovani-adulti, di età compresa tra i 18 ed i 25 anni, che vengono affidati dalla Magistratura di Sorveglianza come misura alternativa alla detenzione. Un interessante intervista sui temi della Giustizia, del Carcere, del precariato giovanile e della cultura della Solidarietà e dell'accoglienza.